FOOTJOB – I tuoi piedi morbidi e il mio mostro / Gocho Versolari, poeta

 

Tutto il pomeriggio
i tuoi piedi nudi hanno investito il lago
fino alle tre circa
hai deciso di scaldarli
e asciugali sul mio sesso.
Il mio mostro ha bevuto la freschezza dei fiori di loto,
il cuore della canna,
i succhi della terra. Le tue piante
si scaldarono a poco a poco
e non lo erano più animali freddi,
guerrieri serali.
Uccelli strani e senza ali
hanno affrontato la morbidezza e il candore
con la grottesca del mio mostro.
Hai rivendicato il mio seme
sul collo del piede giusto
e come l’ho lanciato
ti sei piegato per strofinarlo
e l’hai bevuto
e l’orgasmo ti ha scosso la pancia
e i tuoi occhi folli
hanno rotto la parete ovest.
Io e te quasi nudi
ci scoleremo il pomeriggio
per trasformarlo in un faro.
Quando arriva la notte
ti prendo la testa
ti guarderò negli occhi
e insieme decideremo
scoppiare

 

d1jx445-f213ec9d-d514-4636-9359-717c0d62ea92

GOCHO VERSOLARI

Comenta. Comenta. Son importantes tanto las caricias como las bofetadas.

Este sitio usa Akismet para reducir el spam. Aprende cómo se procesan los datos de tus comentarios.