Io forza la tua nudità / Gocho Versolari, poeta

Una bottiglia gira il mondo
La giornata si ferma
Il giorno riposa
Il giotno otea lla notte e noi
approfittiamo di quel momento
nessuna luce, nessuna ombra
per amarci nella piazza del vertice
di una conchiglia fossilizzata,
Io forza la tua nudità. Mi chiedi di farlo
lasciando la tua pelle scura
in balia della neve virtuale
che si precipita esultante
attraverso gli spazi vuoti nel cielo.
Ti penetro una volta, un’altra volta;
Ti prendo per il collo
Mentre il mio ciclope esplora le tue viscere
nel sesto buco del guscio
con la mia testa vicino ai vertici
dove la luce affonda; dove crolla
tutto splendente

220_ii_by_aisii-d2xx3uy

 

La tua nudità
È il morbido fianco dei giorni,
la pelliccia delle notti,
La tua nudità ulula nella mia gola
e ti inseguo sotto la luna di aprile
I puledri della notte corrono con noi
e quando si rotola attraverso il deserto e le loro scudi
le stelle esplodono per un momento
e ci saranno diversi novas quando ti penetrerò
e ho rilasciato i serpenti del silenzio
nel tuo ventre
nel tuo sole
nei tuoi occhi
Io contempla il tuo orgasmo,
Vedo come gli elfi
traboccare dai tuoi occhi
Io deformi gli unicorni della tua bellezza
con i colossali starnuti della luna
che batte vicino al tuo ombelico
e questo si sveglia
con le spinte del mio membro.
Tu provi a parlarmi
gutturale e liscio,
mentre i tuoi capezzoli
riempimi la mia bocca di colombe verdi
Il tuo orgasmo è un torrente
pieno di corsi d’acqua e serate,
di cieli rossi,
della serenità dei ciclopi
chi lascia andare il suo mantello
sopra il tuo tramonto
Poi
uno squalo salato morente
si dissolveranno sulle nostre spalle
con il debole bordo della luna;
con il grido del sole.

 

medusa_ii_by_aisii

GOCHO VERSOLARI

Comenta. Comenta. Son importantes tanto las caricias como las bofetadas.

Este sitio usa Akismet para reducir el spam. Aprende cómo se procesan los datos de tus comentarios.