La bestia bionda, nuda e blu / Gocho Versolari, poeta

Tu Lascia la casa blu, a piedi nudi; i tuoi tacchi
si perdono negli ochava e rinuncian
al pane caldo e purè di patate
que io ti servo la mattina.
Questa alba dorata che ti vede partire
è la bestia bionda di cui parlava Nietzche
o la bestia senza nome che Blake ha evocato
Dalle cave della notte
emettono i loro grugniti,
i loro pani silenziosi,
la sua luminosità;
i viola della tela di sacco con cui colpirò il mio collo,
la mia schiena che una volta era tenera;
quello adesso
È ruvida come la tua partenza e lo sarà
nel primo millennio
dell’era che inizia con la tua assenza
Ho letto le lettere quando la mattina
mi lancia uccelli in faccia. Ho letto le lettere
Dicono che tornerai.
Sarai l’ultima bestia,
nuda e bella come il paradiso
quando i secoli si spengono e si distillano
le ultime gocce
di questo malinconico cosmico
Tornerai a piedi nudi. I tuoi piedi
avrà raccolto gli occhi,
artefatti,
silenzi
degli oceani cosmici,
delle stelle che svaniscono
quando smettono di brillare per un momento.
Nella calda notte di giugno
i tuoi piedi accarezzeranno il mio sesso
e rovesceràn un universo biondo
nella mia erezione violenta,
Nel mio orgasmo blu.
Le tue piante
cattureranno le ultime gocce di spazio
e berrete con ciascuna delle dita
le curve delle ore,
i grossi vermi del giorno
Lascia che io penda dalla luna; i miei fianchi
si muoveranno in pendolo
Verso la debole nebbia di quattro.

9c84b79d08a7f994a4248faca2f2ea50-d2zoc18

GOCHO VERSOLARI

Comenta. Comenta. Son importantes tanto las caricias como las bofetadas.

Este sitio usa Akismet para reducir el spam. Aprende cómo se procesan los datos de tus comentarios.